Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2010

Scriviamo a Formigoni

Sulla stampa è stata anticipata la notizia che il 5 agosto la Giunta Regionale della Lombardia approverà un Progetto di Legge sulla gestione dell'acqua,che  porterà a consegnare ai privati la gestione della stessa. Malgrado il periodo estivo(scelto a caso?A Legnano lo scorso anno arrivò pressappoco nello stesso periodo la grana legata al terzo binario)ogni realtà si sta attivando nei limiti delle proprie possibilità e i soggetti operanti nella nostra città non fanno eccezione. Al momento l'appello circolante in rete come primo atto collettivo per arginare la possibilità che i nostri timori si traducano in realtà riguarda la possibilità di farsi sentire come singoli e associazione presso gli organi di governo preposti.  Mi associo alla proposta giuntami ad inviare (da oggi al 5 agosto) un'email agli Assessori Regionali per dire NO alla privatizzazione dell'acqua in Lombardia. In fondo al pezzo vi riportiamo gli indirizzi e il testo dell'appello che provengono dal Coordi…

Acqua Lombarda a rischio?

Ricevo da Roberto Fumagalli,nel video lo vedete come relatore a Legnano del convegno sull'acqua pubblica, un preoccupante messaggio.Mi sembra opportuno pubblicarlo.
C'è il rischio che la Giunta Formigoni proceda all'approvazione di un progetto di legge per la privatizzazione dell'acqua in tutta la Regione!
Non si fermano nemmeno a ferragosto e di fronte alle 237 mila firme raccolte in Lombardia a sostegno del Referendum nazionale.
La notizia è stata anticipata sul Corriere della Sera di ieri, allego l'articolo e il link: http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_luglio_27/Senesi-regione-svolta-per-l-acqua-1703467255661.shtml
Occorre mobilitare al più presto i sindaci (che verranno esautorati...), le province e i consiglieri regionali.
Ognuno può iniziare a fare il tam-tam, per bloccare il blitz ferragostano di Formigoni!
Pensiamo magari ad un'azione come Comitati della Lombardia, pur avendo difficoltà per il periodo vacanziero (altrimenti avremmo potut…

“Bira e calippo”

Su internet gira con successo un video che ha come protagoniste due ragazze di Ostia.Il colorito linguaggio romano delle risposte alle non propriamente originali domande del cronista(basta giornalisti sguinzagliati a chiedere se fa caldo in spiaggia ad agosto...) lo rende a mio giudizio un piccolo capolavoro nel genere "brivido all'Italiana".Scherzi a parte,l'argomento va comunque preso con ironia come forse ha pensato colui che lo ha definito come "un vero capolavoro del neorealismo, sullo stile delle inchieste che anche Pasolini amava condurre proprio sul litorale romano". Tra le congetture che girano in rete sarei  indotto a pensare che in origine il servizio firmato da Nicola Veschi e Antonello Cavaliere fosse catalogato come materiale di scarto,

Senza Parole

Anzi, potrebbe starci una frase sola,tratta dal titolo di un articolo dello scorso marzo, di Claudio Metallo e  Antonello Mangano, da terrelibere.org
"Mentre vietate il kebab la 'ndrangheta si sta mangiando la padania"

Il Rock è morto?E chissenefrega!

A Gallarate, ieri sera ho potuto vedere di persona come le parole a volte fanno da inutile corollario a luoghi comuni.
Da molto ormai si ripete il tormentone se il funerale del rock sia già stato celebrato e pochi se ne siano accorti o se il trapasso sia avvenuto nel silenzio e senza rimpianti. Molte volte nelle riviste musicali ho letto queste considerazioni,ma sinceramente dopo l'esibizione dei Deep Purple di ieri sera a Gallarate, improvvisata Rock City dell'altomilanese la questione di cui sopra mi lascia indifferente. Non indifferente ma piacevolmente sorpreso mi ha lasciato il vedere cinque "vecchietti "(la stampa li definisce abusando anche in questo caso del luogo comune "dinosauri") ognuno con uno strumento diverso e la capacità di rendere semplice il concetto di spettacolo. Visti i quarant'anni di attività non mi riferisco a quell'aspetto dello spettacolo che contempla oltre alla freschezza della proposta anche il lato novità con quei fenomeni…

Via Gaggio Viva!

Pochi giorni or sono passeggiavo in Via Gaggio con la mia famiglia.La nostra attenzione è stata attirata dal gazebo nel quale si raccolgono firme per la salvaguardia della stessa.Sconosciuta a chi non è della zona la via si snoda dall'abitato dirigendosi verso il fiume.La strada è infatti un antico collegamento diretto fra il centro di Lonate Pozzolo e la frazione Tornavento.
E' probabilmente più nota nel tratto in cui avvicinandosi al fiume Ticino ed ai canali(industriale e Villoresi),diventa luogo di ritrovo presso il principale punto di riferimento del sentiero che è il Centro Parco ‘Ex Dogana Austroungarica´.
Confinante con essa è l'Aeroporto di Malpensa,alla cui realizzazione si deve la scomparsa di molti ecosistemi legati alle ‘brughiere´ alberate e non alberate ( a brugo e ginestra) ma come ammesso nel sito del Parco Ticino la zona mantiene alcuni caratteri di naturalità e molte sono le pinete che svolgono la loro funzione equilibratirice di quanto abitato e trasf…

STAI ZITTO, Ora parliamo noi...

Per quanto i cittadini non abbiano facoltà di interloquire  durante le sedute dei consigli comunali"ordinari", nell'aula consiliare di Legnano ho sentito risuonare diverse volte le voci della protesta.In alcuni casi da parte di dipendenti con il posto di lavoro a rischio o comitati di cittadini "alterati"per decisioni giudicate inique, talora da semplici scontenti.Durante la seconda "tangentopoli" Legnanese capitò spesso.Sono situazioni che avvengono quando le scelte della politica o le attese deluse marcano una spaccatura con parti della società civile in quel momento i toni trascendono e il volume di conseguenza,    Ma mai mi era capitato di sentire apostrofare il presidente del Consiglio comunale nel modo descritto nel titolo.Lo hanno fatto lo scorso 29 giugno i tifosi della storica ma ormai in pessime acque società lilla.Al di là della cronaca sui sit-in sotto casa del Sindaco,o delle dichiarazioni a mezzo stampa e dello sconforto per la cancellazi…

Quanto MI COSTA l'ennesimo sgombero?

Ho scritto questo pezzo per l'Associazione di cui sono presidente e lo recupero per il mio blog.
Utilizzo lo spazio da Fare Legnano concessomi appropriandomene per uno sfogo personale.Sono sicuro che quanto scrivo non mi renderà popolare ma non me lo ha prescritto il dottore che quanto penso debba per forza piacere a tutti i costi.
Così come non mi fa piacere quanto leggo sull'ennesimo sgombero effettuato nel nostro comune,anzi.Mi sento molto vicino allo stato emotivo dell'automobilista perennemente inc….ato portato sullo schermo di una nota trasmissione da Gioele Dix.
Ma prima di arrivare al dunque urge un chiarimento,ho deciso di spostare questo mio "sproloquio" che avrebbe avuto miglior collocazione nel nostro promemoria uscito lo scorso 18 marzo con oggetto il rogo della Cantoni.Si tratta di una scelta precisa adottata per evitare che il rispetto dovuto alle vittime di allora, non venga confuso con quanto descrivo in forme ben diverse in questo mio intervent…