Passa ai contenuti principali

Nuovo candidato a Legnano


Per quanto ne so, come in ogni occasione elettorale locale le elezioni amministrative hanno inizio molto prima che i cittadini le percepiscano. Il fatto che nella nostra città si svolgeranno nel 2012 come nelle occasioni precedenti,  non impedisce che lontano dalla coreografia di manifesti, cartelloni, santini elettorali e comizi che accompagnano il rush finale dell'ultimo mese pre-voto, il dibattito legato all'appuntamento con le urne si comincia a muovere sempre in anticipo.
Questo fiume di dibattiti, riunioni, proposte (a volte di litigi)nel suo percorso "sotterraneo" arriva a dei tratti  in cui sbocca all'aperto sotto varie forme.Come anche alcuni ritagli di giornale del passato possono testimoniare, si arriva ad un punto in cui la necessità di porre freno alle voci incontrollate diventa ineludibile, ed il dibattito si sposta in altre sedi, soprattutto quelle dei quotidiani.
Il destino delle coalizioni elettorali si forma anche attraverso questi momenti di confronto pubblico, che toccano a volte argomenti da teoria politica, talvolta delle semplici boutades, salvo poi rientrare generalmente nell'anonimato dopo poco. 
Differente è quanto avviene in queste ore dopo che  la notizia politica di primo piano riguarda il fatto che  Giuseppe Marazzini ha riempito di sostanza con la sua storia personale ed il suo impegno l'immagine di un candidato a Sindaco per il 2012. Situazione inedita per questa città che da oggi si avvicina maggiormente al clima elettorale.

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.