Passa ai contenuti principali

DomenicAspasso


La Settimana Europea della Mobilità Sostenibile,dallo slogan“In città senza la mia auto” cade in questi giorni, dal 16 al 22 settembre 2012.Ho letto, nella pagina dedicata ad essa dal Ministero dell’Ambiente, che aderisce anche quest’anno all'iniziativa; come l'argomento scelto dalla Comunità Europea  per evidenziarla porti il titolo “Muovendosi verso la giusta direzione".Tale incipit intende evidenziare il ruolo della pianificazione integrata per la realizzazione di un’efficace sistema di mobilità sostenibile in ambito urbano.Per l'occasione Milano sospende il traffico, organizzando una DomenicAspasso, nella quale l'auspicio riguarda il fatto che gli abitanti si riprendano una città, percorsa ogni giorno, ma troppo spesso
sconosciuta.Una città più sicura e meno inquinata.In concomitanza dello stop veicolare,decine di manifestazioni culturali, sportive, alcune fantasiose (la coppa "Cobram" di Fantozziana memoria)e altre più classiche supportate da mezzi pubblici (comprese le due ruote di BikeMi) potenziati e disponibili  non faranno,a mio giudizio, rimpiangere l'automobile (almeno) dalle 10 alle 18.00. A Legnano purtroppo, le quattro ruote domineranno imperterrite le strade, come tutti i giorni.Mi spiace constatare che in un week-end legnanese eccezionalmente affollato di manifestazioni, tra sbandieratori,rievocazioni e cultura, corse podistiche e feste varie che già limitano nei fatti il traffico veicolare (ma solo in alcune zone), si perda l'occasione per portare in primo piano un tema come la mobilità alternativa.Un blocco alle quattro ruote sulla falsariga di quanto proposto nel capoluogo poteva trovare terreno fertile nella nostra città, approfittando di questo fine settimana dove potenzialmente quantità e qualità delle iniziative contribuiscono a trattenere in città  i legnanesi e invogliare gli spostamenti a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici resi più comodi. Non so (se) e perché non sia stata presa in considerazione l'ipotesi del blocco del traffico in occasione della "Mobility Week", ma snobbando di fatto questo appuntamento,la mia opinione è che l'amministrazione Centinaio sceglie una direzione poco lungimirante.Per spiegarmi tale scelta mi concedo un paio di  ipotesi, non supportate ovviamente dai fatti.Forse tale appuntamento viene percepito in maniera  più  simbolica  che pratica,a causa dell'episodicità della proposizione(che comunque a Milano viene reiterata nei prossimi mesi per almeno due appuntamenti).O forse si vuole evitare l'impopolarità latente in alcune fasce di utenti della strada quando si tratta di domeniche a piedi e che affiora prepotentemente in occasione di simili iniziative.La mia opinione è che viaggiare dalla periferia verso il centro senza code, respirando un'aria comunque meno inquinata senza che vi sia un'emergenza da tamponare, ritrovando il gusto di muoversi in una maniera non usuale (sia con i mezzi pubblici o meno)e con ritmi differenti sia molto tangibile, molto pratico.Mentre un eventuale ipotesi nella quale trovi spazio il timore, non convince per primo il sottoscritto.Alcuni cittadini osteggiano i blocchi del traffico, adducendo in alcuni casi motivazioni serie in altri casi con posizioni preconcette.Tuttavia  ritengo chi governa una città come la nostra ( e nel momento della candidatura conosce che si troverà ad affrontare situazioni maggiormente percepite come gli insediamenti abusivi, o un bilancio "ingessato" dal patto di stabilità) non dovrebbe essere troppo preoccupato dalla questione mobilità, soprattutto quando un comune emblematico come Milano si muove in tal senso.Quale che sia il motivo di questa mancanza di attenzione, non posso esimermi nell'esprimere il disappunto per quella che vivo come un'occasione mancata.Non so se per i concittadini sia ancora nella memoria lo slogan elettorale "Legnano adesso si cambia davvero", personalmente in questa specifica occasione (e spero si tratti di uno spiacevole episodio)trovo anziché una discontinuità con il passato, l'esatto opposto: ovvero che la politica di quest'amministrazione somigli molto a quella che l'ha preceduta.

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.