Passa ai contenuti principali

18 aprile.Giornata di Mobilitazione contro il TTIP. A Busto Garolfo si comincia già dal venerdì sera.

Sabato 18 aprile è la data fissata per la Giornata Globale di Mobilitazione contro il TTIP. Dietro l’acronimo TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) secondo il vasto fronte che vi si oppone, si nasconde l’architrave di un cambio di sistema economico che presenta forti rischi per la sostenibilità sociale e ambientale.

Sono annunciate decine di iniziative nel nostro paese, centinaia in Europa e negli USA per denunciare questi accordi che ci colpiscono direttamente, e allo stesso tempo  aumentare la consapevolezza circa l’esistenza di altri accordi simili in altre parti del mondo, guidati dallo stesso programma di continue deregolamentazioni(TTIP, TPP, TISA e CETA).

Sempre rimandando per approfondimenti alle fonti originali in questo link, due righe per segnalare che nella giornata di sabato le “piazze”più vicine a noi dell’Altomilanese sono il capoluogo e Como(in p.zza Cavour). A Milano vengono annunciati FLASH-MOB in diversi punti della città, nel pomeriggio l’appuntamento è in piazza del Duomo lato Arengario(vedi link).

Queste sono notizie ufficiali,reperibili con facilità nella rete(decisamente meno nei media più seguiti) nel mio piccolo segnalo che ad anticipare la giornata di mobilitazione del 18, la sera di venerdì 17 organizzato dal Comitato Metropolitano Stop TTIP  si tiene a Busto Garolfo un incontro pubblico che verte sul tema di questo negoziato che potrebbe influire parecchio nel nostro futuro.
Non è superfluo ricordare che una manciata di settimane or sono il Comune di Busto Garolfo ha approvato nel proprio Consiglio comunale la mozione STOP TTIP, scelta invece rigettata dall'Assemblea cittadina legnanese.





Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.