Passa ai contenuti principali

Cittadinanza Civica: scontro in Consiglio
Ma il vero problema è l'atteggiamento della maggioranza

Nel Consiglio Comunale a Legnano,mercoledì si è svolto un confronto a tratti “urlato” in cui l’oggetto del contendere era il Regolamento delle benemerenze civiche e nello specifico l’art.4 di esso  con cui si conferisce la cittadinanza civica ai bambini stranieri nati in Italia.

Alla fine il regolamento è stato approvato con i voti della sola maggioranza, le opposizioni hanno lasciato l’aula.


Il senso di una rottura così marcata su di un argomento che poteva essere potenzialmente unificante(o perlomeno che avrebbe consentito di raggiungere voti superiori a quelli della sola maggioranza.Sono convinto che alcune parti della destra avrebbero avuto ,se non problemi, almeno la necessità di spiegare al proprio elettorato un eventuale voto favorevole) è di comprensione, anche per la stampa,ardua.

In calce allego l’articolo del regolamento e l’OdG presentato dalla Sinistra legnanese in sostituzione del citato art. 4.
Come,da un provvedimento acclarato come “simbolico” e in definitiva mai in discussione negli intenti, si sia passati ad poco edificante scontro con i risultati di cui sopra, ha una spiegazione secondo Giuseppe Marazzini (dal suo blog :“Gli unti del signore”a cui rimando)nell’approccio della maggioranza che governa con lo spirito “del facciamo quello che vogliamo a tutti i costi”.
La lettura del post del consigliere di SL da una lettura della faccenda poco equivocabile.

La questione ha un suo peso nel momento in cui si tiene conto che negli intenti della Coalizione IoamoLegnano trasparenza, partecipazione e ricerca della condivisione hanno -o meglio avrebbero-rilevanza.
Se dai banchi della neonata “Per Legnano” gruppo consiliare originato dal PD e ora nella minoranza,nel corso della discussione il tema della condivisione è emerso ulteriormente,viene da pensare che nella pratica il vissuto politico di questi tre anni di governo potrebbe avere modificato l’approccio alla questione della maggioranza.

Ultima nota:Insieme per Legnano come sempre(ormai per il sottoscritto diventa statistica) in prima linea oltre a difendere l’operato della maggioranza (e,chiaramente, ci sta),non perde l’occasione per affibbiare epiteti agli avversari politici, in questa occasione omaggiati nella stampa dal titolo di “professoroni della rissa politica”  il che, visto gli strepiti ed i pugni picchiati sui banchi del buon Lorenzo Radice durante l’assise cittadina mette un po’ di (amara)allegria.


ARTICOLO 4 – CITTADINANZA CIVICA
1. L’Amministrazione comunale, riconoscendo pari dignità civile e morale a tutte le
persone che vivono ed operano proficuamente sul territorio, a prescindere dalla loro
nazionalità, conferisce la cittadinanza civica ai minori figli di stranieri, nati in Italia e
residenti in Legnano, quale riconoscimento “simbolico” di appartenenza a pieno titolo
alla comunità legnanese.

ODG SINISTRA LEGNANESE
Alla c.a. del Presidente del Consiglio Comunale
Oggetto: OdG urgente in sostituzione dell’art. 4 del “regolamento per la concessione delle benemerenze civiche e della cittadinanza onoraria e civica”. 
Premesso che:
la cittadinanza civica andrebbe incoraggiata anche diffondendo e promuovendo la partecipazione di coloro che non posseggono la cittadinanza italiana, o hanno un passato migratorio e che vivono stabilmente a Legnano, alle attività tradizionali locali;
Premesso anche:
che la scuola è il luogo per eccellenza dove i bambini stranieri, oltre ad acquisire la lingua italiana e le conoscenze culturali del nostro Paese, vengono preparati a diventare cittadini italiani;
Premesso inoltre:
che lo Statuto del Comune di Legnano, all’art.2 punto F, prevede che bisogna operare per l’accoglienza e l’integrazione sociale delle persone provenienti da altre comunità tutelandone e valorizzandone le specificità culturali;
Considerato:
che la significativa iniziativa dell’anno scorso, avvenuta in data 28 settembre 2014, in cui furono assegnati a bambini stranieri nati a Legnano un attestato di cittadinanza civica, ha fatto emergere la necessità di continuare l’esperienza.
Tutto ciò premesso e considerato:



il Consiglio Comunale di Legnano invita il signor Sindaco, in collaborazione con l’istituzione scolastica, ad istituire per il 2015, in via transitoria, una GIORNATA PUBBLICA DEDICATA ALLA CITTADINANZA CIVICA AI BAMBINI STRANIERI NATI IN ITALIA, in attesa di una sua definitiva regolamentazione.

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.