Passa ai contenuti principali

COMUNICATO STAMPA : IN GIALLO CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Il cambiamento climatico non è un argomento da pochi eletti, chiusi in laboratori o in sale convegni,in ogni caso lontano dal quotidiano di chi abita nell’Altomilanese.
Sono effetti dei mutamenti del clima le imprevedibili bombe d’acqua che gonfiano le sponde dei nostri fiumi, Olona compreso,già rese anguste da una sconsiderata urbanizzazione.

Vengono colpiti i nostri campi e le colture:la FAO stima che il 25% di tutti i danni causati dai rischi ambientali colpiscano il settore agricolo.Sono ugualmente danneggiati gli habitat naturali e gli ecosistemi.
A causa di esso ci ammaliamo di più.E quando le ondate di calore o freddo estremo ci colpiscono, secondo i rapporti dell’OMS,le fasce più deboli della popolazione pagano un tributo pesante di vittime, 

Resta poco tempo per intervenire e mantenere il riscaldamento globale sotto la soglia dei  2°C.
L’ultimo allarme è stato lanciato dagli esperti del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (Ipcc),e fatto proprio da alcuni esponenti di primo piano della politica mondiale.
Anche il Papa pochi mesi fa ha ricordato che il clima è un bene comune, oggi gravemente minacciato.
Ma non solo i grandi della Terra sono coinvolti, il cambiamento climatico riguarda tutti.E tutti dobbiamo fare sentire la nostra voce.
Per questo motivo,50 grandi manifestazioni sono programmate in tutto il mondo il 28 e 29 novembre, alla vigilia dell’apertura della Conferenza di Parigi sul Clima , COP 21(che si tiene dal 30/11 all’11/12), per chiedere di arrivare finalmente ad un accordo vincolante che fermi i cambiamenti climatici.

A Roma, la Marcia Globale per il Clima del 29 novembre viene annunciata come la più importante manifestazione italiana.Dopo i fatti tragici di Parigi e il divieto del governo francese di organizzare le manifestazioni per il clima nella città che ospita il vertice, essa si è caricata di ulteriore significato per sconfiggere la paura e costruire la pace.

Pur invitando la partecipazione alla manifestazione romana, anche  l’Altomilanese si mobilita.
Nasce da un gruppo di cittadini l’appello ad un’iniziativa locale che riporti in primo piano la lotta ai cambiamenti climatici.

Per questo motivo invitiamo alla partecipazione sotto al gazebo dove distribuiremo materiale per informare i cittadini, organizzato a Legnano sabato 28 dalle 15 pomeridiane, all’ingresso della ZTL di C.so Garibaldi.

Chiediamo a tutti i partecipanti di portare un indumento o un oggetto qualsiasi di colore giallo per evidenziare l'ottimismo e la volontà di cambiare l’immobilismo nei confronti del cambiamenti climatici.
Oltre a questo colorato aspetto che caratterizzerà la manifestazione, facciamo nostro l’appello della marcia nella capitale al rifiuto della paura e alla costruzione della pace chiedendo che a Legnano gli unici simboli che marcino per il clima siano quelli della pace.


Sono organizzatori e firmatari dell’iniziativa e dell’appello un gruppo di cittadini.
Le prime firme...Giuliano Albertini, Lucia Bertolini,Michele Borroni,Flavio Castiglioni,Graziano Dell’acqua,Emanuele Fontana,Francesco Matera, Giuseppe Marazzini,Massimiliano Materazzi,Angelo Pisoni,Giampiero Riccardi…

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.