Passa ai contenuti principali

Le attitudini legnanesi da “Re Tentenna”: retromarcia dell’Amministrazione sulla centralina di rilevamento inquinanti.

Errare è umano…Dopo una primo bocciatura, la maggioranza che governa Palazzo Malinverni fa marcia indietro sul progetto di G.P.Riccardi, sviluppato in ambito di Bilancio Partecipativo che prevede di installare uno speciale macchinario per rilevare l'inquinamento in modo puntuale.
Non mi dilungo troppo nella descrizione della vicenda perché ho avuto modo di criticare il rifiuto  opposto in ambito di Consiglio comunale da assessore e tecnici(in questo post)nella risposta all’interrogazione del consigliere Marazzini lo scorso 7 ottobre.
Mentre lo sviluppo recente della faccenda con l’impegno che venga perseguito l' obiettivo del progetto, sul quale sono d’accordissimo,un monitoraggio duraturo nel tempo delle sostanze inquinanti presenti nell'aria è leggibile nella stampa odierna(vedi legnanonews).
La marcia indietro dell’amministrazione può avere tante chiavi di lettura, nelle quali non mi addentro.
Certo invece deve essere l’impegno nel dare corpo al progetto e passarlo dalla carta al territorio, e per questo ci vuole una costante attenzione dato che molte volte chi governa la città sembra avere le qualità del “Re Tentenna”,Carlo Alberto(vedi il voto di astensione di dieci giorni fa che il nostro comune ha dato in ambito di assemblea dei soci  ACCAM, e che ha creato”perplessità” anche nelle forze della maggioranza stessa, vedi la posizione di Rilegnano).

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.