Passa ai contenuti principali

Togliete lo spartitraffico!

Cantieri stradali in auge a Legnano in questo periodo.E polemiche annesse.
Da mesi si discute fuori e dentro il Consiglio comunale sul viale d’accesso all’autostrada (anche il sottoscritto qui),viale Cadorna,in cui i lavori odierni stanno delineando la nuova struttura. 
Più recente un certo dissenso si è coagulato alla questione legata alla costruzione dello spartitraffico in corso Sempione all’incrocio con via Volta, che impedendo la svolta a sinistra sposta sulla rotonda successiva (quella dell’area ex-Cantoni)una svolta che in ora di punta -ve lo dice un legnanese-permetteva di tagliare la congestione del viale Sempione.
La politica si è mossa, i gruppi consiliari Per Legnano, M5S, Sinistra Legnanese chiedono si torni ad un progetto che comprenda una rotonda basandosi su quanto il consiglio comunale aveva deliberando in occasione dell’approvazione del PGTU*(prima dei PPT*).
Penso che la rotatoria abbia un senso, molto più dello spartitraffico che contribuisce a ingolfare ancora di più la viabilità ordinaria.Mentre non è detto che il muro fisico dello spartitraffico contribuisca sensibilmente ad arginare le manovre fuorilegge o pericolose,prendendo atto che l’area del  distributore si presta a tali manovre.
Dal punto di vista della sicurezza per i ciclisti non mi sembra che molto cambi, almeno fino a che non si proponga un’alternativa al Sempione.




*Un link che comprende l’intero comunicato.

*PGTU=Piano Generale del Traffico Urbano

*PPT  = Piani Particolareggiati del Traffico Urbano 

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.