Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2011

150 ANNI con poche idee

Su quanto nel nostro comune si intenda organizzare in occasione delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia,alcuni aspetti vengono evidenziati in una lettera alla stampa che contiene una serie di domande che trovo pertinenti,opera di Gianni Borsa. Il motivo di tale lettera è semplice, a quanto pare il momento principale voluto dalla nostra amministrazione comunale per festeggiare il prossimo 17 marzo i 150 anni dell'Unità Nazionale sarà il gran Galà del Palio. In poche righe Gianni Borsa risulta ironico ed efficace nel porre delle serie questioni che invito a leggere (http://www.legnanonews.com/comment.php?comment.news.12319)Nel mio blog tengo ad evidenziare come mi sia ostico accettare che il fulcro delle manifestazioni cittadine sia riservato ad una cerimonia "esclusiva" a inviti ed esborso pecuniario (seppur con lo scopo della beneficenza) legata ad una manifestazione


Barriere Architettoniche

Caro D. uso l'iniziale del tuo nome nel risponderti perché oltre alla (uguale)risposta personale che ti invio per mail, gli argomenti di cui ci hai fatto carico meritavano a mio giudizio una maggiore visibilità che potevo garantire pubblicando queste righe nel foglio virtuale da noi utilizziato come trait d'union con coloro che seguono le nostre attività, e nel mio blog. Nell'ultima riunione di Fare Legnano come tema discusso all'ordine del giorno erano presenti le sollecitazioni che ci hai sottoposto riguardanti le barriere architettoniche e la posizione che abbiamo come associazione nei confronti di esse. Attraverso lo scambio di opinioni abbiamo preso visione delle tematiche che ci hai proposte che ci sono sembrate particolarmente interessanti, soprattutto la questione riguardante la figura del Disability Manager che sintetizzo (a beneficio di chi legge questa lettera nel blog)sulla scorta dell'articolo che ci hai inviato come nuova figura di cui devono dotarsi i …

Te la do io....la politica

Dopo il Senatore Ichino la nostra città riceve la visita di un altro politico per quanto di natura del tutto diversa.Sull'onda del suo tour teatrale 2011, a Legnano arriva Beppe Grillo e i giornali locali registrano da tempo il tutto esaurito. Quindi nel giro di una settimana si succedono  due "eventi" degni di nota nella nostra realtà provinciale accomunati (fatte le debite proporzioni) dal successo di pubblico nel palcoscenico loro riservato.Al giuslavorista il salotto buono di Palazzo Malinverni l'ex-aula consiliare, al comico, blogger e quant'altro il "Galleria".  Le analogie terminano probabilmente qui, perché in scena vanno due modi differenti di approccio alla politica.Dei due avvenimenti mi incuriosisce un aspetto  legato a quello del secondo,infatti nello spettacolo di Grillo gli argomenti dove protagonista è la politica insieme alla gestione della cosa pubblica sono presenti come peraltro lo sono in quelli di altri comici ma nessuno degli altri …

Riunione di Fare Legnano

Lo scorso lunedì 17 si è tenuta la riunione di Fare Legnano.  Molto sinteticamente riporto quanto deciso in quella sede. Come argomento di apertura abbiamo trattato la situazione referendaria alla luce degli ultimi sviluppi come prosieguo alle raccolte firme (sull'Acqua Pubblica e sulle Energie Rinnovabili, questa seconda legata al ritorno Nucleare)da noi effettuate in sinergia con le associazioni ed i soggetti politici . Dopo il pronunciamento della Corte Costituzionale la possibilità che in primavera si arrivi al Referendum diventa concreta, per quanto la situazione politica in cui versa il Paese è intricata, quasi indecifrabile e potrebbe in ultima analisi spostare le date della consulta in caso di voto. Questa possibilità non inficia la nostra decisione di cominciare a sondare il terreno nella nostra realtà locale perché il fronte a sostegno dei quesiti referendari sia il più ampio e completo possibile.Ci siamo divisi i compiti in questo senso anche con la gradita collaborazione d…

Ikea NO!Ma il resto...sì...nì,forse...Incoerenze Leghiste

Ho aderito nel corso degli anni, alle mobilitazioni dei partiti Legnanesi per la difesa del territorio della nostra città da IPER. A difesa di un territorio, il nostro,assediato da troppe strutture di vendita affette da "gigantismo" e con tutti i problemi che si portano appresso, a mio parere superiori ai vantaggi che restituiscono alla comunità che li ospitano. Correlato a questo argomento, all'alba del 2011 nel comune confinante con la mia città, Cerro Maggiore è avvenuto quanto riporto in sintesi, riguardante la vicenda IKEA di cui ho già trattato per sommi capi cinque mesi or sono in questo post, e che cito per evidenziare una considerazione politica. Ampio schieramento di "istituzionali" Padani lo scorso 12 Gennaio a Cerro Maggiore per protestare contro IKEA.Senatori,consiglieri regionali,provinciali ognuno contrario a suo modo all'insediamento del gigante Svedese. La Lega dopo anni di governo del territorio si accorge come si evince dalle dichiarazioni …

C'era una volta.... il Circolo Gasparini

Sottotitolo: Solo tre Parole Ricordo tra gli slogan elettorali più noti della politica della seconda Repubblica le famose "3 i" - inglese, internet, impresa – del governo Berlusconi/bis. Ebbe notorietà a partire dal  dicembre 2001 e per un paio di anni fu cavalcato come motore della trasformazione, fino alla scomparsa dalla memoria collettiva accantonato come buona parte delle promesse non mantenute del governo che malgrado tutto continua a governare il Paese ai giorni nostri. L’archeologia storica legnanese di cui è depositario il sottoscritto,che si traduce nel rispolverare il vecchiume accatastato in cantina e nel quale ho ritrovato l'immagine che apre il post ,appartenente alla mia tessera del 1990 mi ha fatto ricordare come le tre “ì” abbiano avuto un precursore sconosciuto ma ben reale. Circa dieci anni prima del fiorire dello slogan Forzaitaliota,nella nostra città agiva un’ Associazione nella quale l’azione ispiratrice (seppur non consciamente), era determinata da “3…

Agenda 2011

Solo per esercizio mnemonico di cui sono principale usufruttuario,per questa apertura di 2011 mi sono appuntato l'elenco degli appuntamenti ambientali che potrebbero essere correlati all'attività di Fare Legnano. La quantità degli eventi è considerevole,tra Giornate mondiali, Campagne Nazionali e iniziative locali si trova di tutto. In ogni caso per quanto si tratti di iniziative interessanti non riusciremmo sicuramente a "stare dietro" ad esse, e neppure lo vorrei: nel numero degli appuntamenti si concentrano a mio parere impegni positivi e risultanze non sempre dello stesso segno. A favore della celebrazione di tali avvenimenti rimane il fatto che contribuiscono come nelle intenzioni dei promotori a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle questioni ambientale affrontate, dando loro "respiro" a livello mondiale per una maggiore attenzione del mondo politico. Una nota meno lieta risiede nel fatto che di cause buone,nelle quali ho inserito la questione ambient…

Rodin e dintorni......

Approfittando delle festività ho voluto prendere contatto con quello che nella stampa i diretti interessati hanno magnificato quasi come "il miracolo divenuto realtà",interpretazione mia di quanto letto e scritto sui termini usati per presentare la mostra di Rodin a Legnano.Avevo già espresso la mia posizione su questo avvenimento, e quindi mi dilungherò poco su quanto a corollario della mostra. Entro nello specifico della stessa avendo la necessità di sottolineare come il sottoscritto di arte sia a digiuno quanto la sinistra legnanese all'arte del governo cittadino, e che quanto segue sono solo pensieri in libertà, non suffragati da conoscenze specifiche. Dopo avere visitato la mostra,ribadire che l'arte di Rodin possieda fascino e che l'esposizione legnanese sia  interessante non mi è assolutamente di peso, anzi.Durante il percorso della mostra dedicata all'artista francese le occasioni di meraviglia e stupore per l'Arte e il Genio sono innumerevoli e ric…

Ambiente 2010: troppe ombre per il WWF (anche per me...ma questo è secondario)

Descrivere in due righe il bilancio ambientale dell'anno appena trascorso è cronaca.Mi accodo a quanto una parte della stampa ha già fatto oggetto di attualità,riprendendo le argomentazioni che hanno portato lo scorso 30 dicembre il WWF Italia nel definire il 2010 appena trascorso,un anno negativo per il Bel Paese per quanto riguarda il saldo ambientale. Nel sito dell'associazione con il Panda nel simbolo è possibile leggere le motivazioni che hanno portato a questa valutazione e fare riferimento ad esse per una informazione completa,il link si trova a questo indirizzo. Il mio personale interesse nel riportare una sintesi di queste valutazioni sta nell'esporre un quadro generale (con il quale da profano,concordo sostanzialmente) nel quale provare ad inserire in un post futuro,alcune  considerazioni sulla gestione dell'ambiente in questo territorio. A livello locale già nei vari post pubblicati in questo blog e in quello di Fare Legnano si possono intuire alcuni argomen…