Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2011

Casa dell'acqua, continua la raccolta...

Immagine
Ieri è stata pubblicata a nome del  Coordinatore del"Coordinamento Legnanese contro la privatizzazione dell’acqua” la  precisazione riguardo all'articolo di Legnano news in cui veniva evidenziato come nella nostra città, dopo il no del sindaco tutto tacesse sul versante "Casa dell'Acqua" che trattavo nel post precedente. Un segnale di chiarezza ci voleva! Segue il testo del comunicato pubblicato dal giornale on-line cittadino. Gent.mo Direttore, sia come privato cittadino che come Coordinatore del “Coordinamento Legnanese contro la privatizzazione dell’acqua”, mi

Case dell'acqua...come funghi?

Immagine
Oggi Legnanonews ha pubblicato on-line un articolo dal titolo molto chiaro:Case dell'acqua …come funghi. L'occasione riguarda nello specifico l'inaugurazione della casa dell'acqua a Cantalupo. Nell'articolo viene citato come il numero delle Case dell'Acqua nel Legnanese sia in aumento, tranne che nella nostra città, riportando in coda al pezzo la risposta di Vitali all'interrogazione del gruppo della Sinistra in un Consiglio Comunale di qualche mese fa con oggetto la proposta di una struttura analoga a Legnano. Ovviamente la risposta del Sindaco non ha sortito alcuna apertura a questa richiesta.Ma questo ostruzionismo da parte dell'amministrazione non deve far trarre delle conclusioni parziali

Detox: meno inquinanti, più sport

Immagine
Nel tuo armadio, insieme ai vestiti potresti trovarti anche altro: sostanze tossiche. Il monito proviene da Greenpeace, da cui ho ricevuto l'invito come tanti altri nella rete a condividere e diffondere la campagna "Detox " con la quale l'associazione ambientalista chiede ai più grandi brand internazionali d'abbigliamento sportivo di eliminare tutte le sostanze tossiche dai propri prodotti e dalla propria catena di fornitura.I risultati ottenuti finora hanno permesso di giungere a questo nuovo appello: Puma e Nike si sono impegnate a diventare toxic-free. Scrivi ora per convincere anche Adidas.

Una firma contro il taglio delle feste civili

Immagine
Che senso ha cambiare data a giornate che parlano all'identità ed ai valori laici del nostro Paese? 
Trovo che la CGIL abbia ben agito iniziando a raccogliere firme per cancellare la norma contenuta in finanziaria volta ad accorpare le feste civili e laiche spostandole alla festività domenicale. Il provvedimento come tanti annunciati nella manovra che approda a breve alla discussione in Parlamento,non è che una tra le voci ascrivibili come"tagli" alcuni dei quali incomprensibili e che sono fonte di scontro nella stessa maggioranza che li promuove. Questa

Mazzafame: quarta tappa!

Immagine
Quarta tappa lo scorso Sabato pomeriggio per quello che la stampa ha definito "tour estivo" dell'auto candidato sindaco 2012 Marazzini. Dopo gli incontri con i cittadini con oggetto il terzo binario in via Flora,la vendita della casa di riposo Accorsi,la questione legata alla salvaguardia della chiesetta alla Ponzella, a ricevere la visita del consigliere comunale è stato il quartiere Mazzafame. L'incontro con i residenti delle case ALER era doveroso perché legato ad una situazione nota e che coinvolge il Contratto di Quartiere Mazzafame,cofinanziato dalla regione che prevede mediante il coinvolgimento degli abitanti, una

"Ayaaaak!"

Immagine
In questo 2011 i compleanni in casa Bonelli si moltiplicano. L'editore milanese ha festeggiato a Giugno i cinquant'anni di Zagor , i venti di permanenza in edicola di Nathan Never e si appresta a spegnere le candeline ad Ottobre per il quarto di secolo di Dylan Dog.
Tanti festeggiamenti, che seguono la scomparsa dalle edicole italiane nello scorso 2010 di quello che è stato per il sottoscritto uno dei migliori albi a fumetti made in Bonelli con ambientazione di base western, Magico Vento.
Ma, bando alla tristezza, prima che arrivi il momento di incensare l'indagatore dell'incubo, il mio preferito della casa editrice di via Buonarroti non posso fare a meno di scrivere due righe su Patrick Wilding vero nome del personaggio

Porcellum? No grazie, ma...

Immagine
Tempo di crisi per molti, tempo di viaggi e vacanze per alcuni e per altri che nelle ferie rimangono a casa può essere tempo di bricolage. Al sottoscritto in questi giorni è toccata la terza opzione. Ma tra una pennellata e l'altra ai muri di casa e pur con il cervello semidisattivato dal torpore estivo non riesco a fare a meno di collegarmi via internet nel sito di SEL dove campeggia questa nuova proposta referendaria: il Referendum Elettorale contro il porcellum.
Il porcellum, per chi mastica un poco di politica è il sistema con cui andiamo a votare dal 2005 secondo i dettami della legge che ha modificato in quell'anno il sistema elettorale italiano, ideata principalmente dal ministro leghista Calderoli,poco coerentemente pronto nel bollarla come «una porcata» poco tempo dopo.

Il lato oscuro di VW

Immagine
Mi è pervenuto via mail nei giorni scorsi l'invito a contribuire a diffondere la campagna che Greenpeace porta avanti per convincere la casa automobilistica Volkswagen a ripensare il proprio atteggiamento su due leggi europee per la salvaguardia del clima il cui contenuto riguarda l'innalzamento degli obiettivi di riduzione delle emissioni e

Parlamento chiuso per pellegrinaggio

Immagine
Poveri deputati e senatori.Tutto complotta contro di loro. Nel bel mezzo di un clima zeppo di polemiche roventi sul loro ruolo, le funzioni, il senso delle istituzioni in loro possesso, dispute ruotanti intorno allo spinoso argomento dei costi della politica, non ci voleva questa nuova tegola che poteva contribuire ancor più a metterli in cattiva luce nei confronti dei loro concittadini.Noi, Italici compatrioti alle prese con la nuova finanziaria di cui stiamo testando ben prima dei nostri rappresentanti istituzionali i costi imposti dalla crisi economica e dai provvedimenti presi nel tentativo di contrastarla da parte di un governo che sempre più dimostra l'incapacità (naturalmente si tratta di opinione personale )nel gestirla.

Un Luglio poco incoraggiante...

Immagine
In una manciata di giorni, tre situazioni di natura differente (ma a pensarci bene non troppo)che coinvolgono tematiche ambientali  si sono accavallate nelle mie letture. La diffusione maggiore nelle cronache direi a naso sia stata attribuita alla legge definita dalle opposizioni ammazza-parchi giunta in consiglio regionale che è stata approvata coi voti della maggioranza. Dal blog di Giulio Cavalli nel quale si trova la posizione dei due consiglieriregionali di SEL la valutazione che se ne trae riguarda come,malgrado l'impatto definito fortemente negativo della versione iniziale si sia nelle modifiche ridotto,la legge in tema di Parchi rimanga comunque complessivamente un brutto provvedimento. Alcune modifiche a salvaguardia dei confini dei polmoni verdi regionali e alla limitazione sulle deroghe della realizzazione di opere pubbliche mitigano, ma non rendono meno digeribile questa legge che viene affiancata  leggendo dal blog della eletta nelle file di SEL, Chiara Cremonesi sempre…