Passa ai contenuti principali

Il lato oscuro di VW


Mi è pervenuto via mail nei giorni scorsi l'invito a contribuire a diffondere la campagna che Greenpeace porta avanti per convincere la casa automobilistica Volkswagen a ripensare il proprio atteggiamento su due leggi europee per la salvaguardia del clima il cui contenuto riguarda l'innalzamento degli obiettivi di riduzione delle emissioni e
la maggiore efficienza delle automobili. 
Nel web all'indirizzo http://vwdarkside.com, si possono conoscere meglio e più dettagliatamente le motivazioni di questa iniziativa che vede protagonisti da un lato l'associazione ambientalista e dall'altro il marchio di automobili tra i più conosciuti del mondo a vocazione spiccata verso un lato eco-friendly che non sarebbe confortato dai fatti secondo Greenpeace, che accusa la casa automobilistica di Wolfsburg di remare contro delle leggi a salvaguardia del clima.
In seguito al successo del popolare spot Volkswagen che utilizzava una ambientazione "casalinga"dei protagonisti di Star Wars (con un bimbo travestito da Dart Fener intento a sperimentare gli effetti della "forza")per sponsorizzare la propria vettura Greenpeace rispondeva verso la fine di Giugno con una parodia ugualmente sotto forma di video virale ma rimossa da Youtube dopo le proteste dei creatori della saga di Star Wars, la LucasFilmLtd.
Questo non è stato sufficiente a fermare il prosieguo di questa lotta mediatica che continua in questi  giorni attraverso l'uscita del nuovo capitolo in rete a cui faccio riferimento e che si può trovare qui . Riuscirà Greenpeace a far abbandonare a VW il lato oscuro?

Commenti

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.