Passa ai contenuti principali

Cambio di visione...


Mi ha incuriosito il caso avvenuto in Consiglio Regionale dove due giorni fa, il capogruppo dell’Italia dei Valori  Stefano Zamponi ha proposto un progetto di legge volto ad abolire i piccoli Gruppi,ovvero le rappresentanze politiche costituitesi nel CRL composte da uno o due consiglieri.
La proposta è stata respinta, ma il dubbio che ho riguarda il fatto che lo stesso consigliere dell'IDV non abbia pensato di fare analoga scelta quando nella scorsa legislatura era unico rappresentante del partito con il gabbiano nel simbolo.
Nell'assise attuale, la modificata e ben maggiore consistenza del peso (quattro esponenti,  attualmente passati a tre) dei DiPietristi deve avere giustificato in qualche modo il cambio di visione sulla rappresentanza elettiva.

Non è superfluo ricordare che la legge elettorale regionale con la soglia di sbarramento penalizza all'incirca due-trecentomila elettori che non vedono rappresentanti eletti sulla base di percentuali non raggiunte dai propri partiti(escludendo ad esempio i 144.000 voti di Crimi del 5 stelle o i 114.000 di Agnoletto della FdS). A questi tagli determinati da ragioni "tecniche" discutibili o meno che siano, aggiungendo l'ipotesi contenuta nel progetto rigettato a Zamponi riguardante il taglio dei consiglieri con l'elettorato da essi rappresentato si sarebbe raggiunto l'obiettivo di lasciare senza rappresentanza un potenziale soggetto politico(non omogeneo evidentemente, perché composto dai citati Grillini ai Forzanovisti di Invernizzi) con più votanti che quello dello stesso IdV.
Siamo sicuri che siano queste le priorità politiche?Anzichè levare i privilegi di certa politica si voglia intervenire su altri piani, sottraendo valore alla sovranità popolare. O nella faccenda ha avuto peso, come sostiene la Consigliera di SEL  Cremonesi, una ripicca politica?

PS la stessa Cremonesi sottolinea come sia un conto  aprire un ragionamento complessivo sui modi più efficaci per dare voce dentro l’istituzione alla pluralità e alla complessità del corpo elettorale, tutt’altro conto è partorire una legge che fa a pezzi un fondamento della democrazia facendosi impropriamente scudo del tema caldissimo degli sprechi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.