Legnano ricicla, ma non troppo…


...Sicuramente non abbastanza per conquistare per il secondo anno il premio che le venne tributato nel 2011 dall'ANCI, "soffiatole" dalla città di Cava de’ Tirreni.
Lo scorso anno (vedi il post che scrissi) la nostra città ricevette la menzione speciale come Comune Riciclone non capoluogo più grande, grazie ai suoi quasi sessantamila abitanti ed una percentuale di raccolta differenziata pari al 64.4 per cento.
In questo 2012, Legnano non solo non bissa il risultato dello scorso anno, obiettivo se
vogliamo pleonastico per quanto gradito, la capofila dell'altomilanese non è neppure presente nella classifica in base all’indice di buona gestione,valutazione complessivamente più ampia a cui si giunge calcolando parametri diversificati, un piazzamento raggiunto lo scorso anno e in quello precedente.
Penso che il mancato raggiungimento delle posizioni occupate nella classifica di Legambiente non costituisca in se' fonte di preoccupazione, ma rimane materia di approfondimento in quanto nel riconoscimento al centro campano di 53.290 abitanti a cui viene attribuito il raggiungimento del 65,4% di raccolta differenziata, trova spazio il plauso su come il risultato confermi i dati positivi del 2009 e del 2010.
Un trend positivo per i cittadini cavesi che ribadisco, sarebbe piacevole, pur senza l'orpello del premio confermare anche per la nostra città. 
Certo la nota positiva esiste, Legnano continua a rimanere, come sottolineato dal dossier sui comuni ricicloni stesso, una città tra le molte che hanno soddisfatto l’obbligo di legge fissato per il 2011, ovvero il 60% di RD, ma penso sia destino che ai "virtuosi"tocchi l'onere del miglioramento.
Se in occasione della premiazione dello scorso anno l'amministrazione si esibì in uno scontato ma tutto sommato non eccessivo(stranamente improntato al fair play, almeno nell'ottica dello scrivente) autoincensamento, salvo sporadiche polemiche con le opposizioni via Facebook dovute al dimesso in "corso d'opera" Presidente del Consiglio Comunale, Paolo Campiglio, il mancato riconoscimento richiede almeno un momento di riflessione.
Nei risultati di questo 2012(riferiti al 2011 e collocabili all'interno della precedente gestione) e nell'ottica dell'avvicendamento avvenuto sugli scranni (figurati) di Palazzo Malinverni sarebbe doveroso interrogarsi sul come stiano andando le cose sul versante della raccolta differenziata.




Post più popolari