Com'è andata la serata del 12?



Lo scorso martedì al Leone da Perego a Legnano si è tenuto l'incontro pubblico che SEL ha organizzato in occasione delle elezioni del 24 e 25 febbraio prossimi.
Purtroppo non potrete leggere alcun resoconto sulla stampa, che non ha partecipato alla serata. Beninteso la mia constatazione di tale assenza non costituisce accusa ma solo enunciazione di un fatto.(Aggiornamento del 15.02.2013 che modifica parzialmente quanto letto fin'ora:la stampa dedica a Rosanna Pontani l'intervista che riporto in calce al post)
E perciò, per sopperire a tale mancanza improvviso poche righe sulla serata senza velleità alcuna. 
Non era una folla,ma un buon numero di amici e sostenitori che insieme a Rosanna Pontani,Coordinatrice del legnanese e candidata alle prossime elezioni, erano presenti nel "salotto buono" cittadino ad accogliere Chiara Cremonesi, consigliere regionale uscente e Claudio Fava capolista alla Camera per SEL,
in tutto una quarantina di persone.
Se i numeri non hanno premiato appieno la prima uscita pubblica nel comune capofila dell'altomilanese, la sostanza della serata ha ugualmente ripagato i presenti.
Molti gli argomenti trattati, locali, regionali e nazionali.Malgrado l'eloquenza e la capacità di suscitare interesse di Claudio Fava che ha delineato i contorni più vasti e maggiormente politici mai è stata l'impressione che l'incontro assumesse i contorni di un monologo.
Anzi, l'interazione con i partecipanti è stata la nota positiva dell'incontro, con la nota che nella sua qualità di "istituzionale", Chiara Cremonesi oltre a fissare alcuni punti politici ha introdotto temi affrontati nella realtà di questa porzione di territorio, dalla questione salvaguardia del Roccolo in riferimento all'insediamento avicolo, alla mobilità. Sicuramente la composizione della platea ha favorito il livello del dialogo, la qualità.
Quello che è mancata è stata la quantità, un aspetto di questa campagna elettorale che è stato sottolineato anche nelle parole dei presenti con diverse sfaccettature come quadro generale di un cimento prevoto marcato da un forte disinteresse verso la politica, con venature di ostilità e con lo spettro della crisi economica(e non solo)sempre presente.
Su questo punto è da rimarcare l'appello di Claudio Fava alla platea, chiaro e volto a moltiplicare gli sforzi nei confronti dei delusi, degli indecisi fornendo una serie di motivazioni che per riassumerle efficacemente necessiterebbero di miglior cronista che il sottoscritto.
Se il cronista latita posso colmare un gap per chi non è potuto partecipare all'incontro pubblicando alcune foto dello stesso, e allegando le brevi note a commento della serata di Chiara Ubezio, anch'essa candidata alle Regionali, se trovate delle assonanze con quanto ho scritto sappiate che non sono casuali.

12 Febbraio - Legnano. Brevi annotazioni.Dalla pagina Facebook di Chiara Ubezio.

Elevatissima serata di dialogo vero tra la politica e la gente.
Le rappresentanze locali ed alcune persone tra il pubblico hanno presentato le loro perplessita', le loro domande e le loro riflessioni, portando esempi concreti di cio' che è stato il loro buon lavoro sul territorio, ed al contempo narrando un quadro di realta' locale, in cui si convive con la quotidianita' del sempre maggiore numero di persone in difficolta' per motivi di lavoro, per motivi economici, o sociali.

La risposta di Fava, decisamente convincente, ha portato in luce la concretezza del "perchè SEL". 
Ho sentito parlare di "riscrittura" del welfare, di "scardinamento" del sistema per ripartire a costruire un piano che permetta, non di tamponare o arginare, ma realmente di risolvere i problemi. Ovviamente con i tempi dovuti.
Il programma di SEL è realmente concreto, ci sono le risposte vere, quelle che la gente chiede.
SEL è la vera alternativa necessaria a SINISTRA.
Non l'agglomerato multisfaccettato di una "rivoluzione civile" dove, al termine delle elezioni, ognuno tornera' nella propria "tribu'" rivendicandone l'appartenenza e l'ancoraggio a qualcosa di ormai obsoleto.E' vero che in un momento difficile come questo Grillo riempie le piazze. Ma come si traduce il rumore di Grillo in un'agenda di governo?

La coalizione "Italia Bene Comune" è la risposta e SEL e' la sinistra delle proposte di buon governo che puo' realmente fare la differenza.
"Adotta un indeciso" disse Pisapia. 
Ognuno deve prendersi in carico di portare al voto un indeciso, finche' saremo all'opposizione a compiangerci sul "potremmo fare" non partira' mai il cambiamento. 

Mi auguro di avere fatto un riassunto all'altezza della levatura di questa bellissima serata a cui ho avuto il piacere di partecipare.

Commenti

Post popolari in questo blog