Anche la protesta di via Oberdan arriva in piazza!

Due facce della stessa città: da una parte quella che propone dall'altra quella che protesta…potrebbe essere un titolo buono, anche d'effetto, se non fosse estremamente didascalico e tutto sommato impreciso, per descrivere due avvenimenti che segnano questa giornata festiva.

Stamattina a Legnano si è tenuto l'evento di apertura della giornata programmato dall'Amministrazione comunale in occasione dell'ultima domenica a piedi dell'anno, il convegno "Ambiente e ambienti per una Legnano più vivibile".



Nella cornice della"Sala degli stemmi" di palazzo Malinverni  la dozzina di partecipanti, esclusi i relatori e i rappresentanti delle istituzioni, hanno potuto visionare una fotografia dello stato delle cose sul versante ambientale nella città.
Di fatto interessante nel suo complesso, la manifestazione per come è stata impostata ha rappresentato poco più di quanto sopra, il Mobility Manager ha esposto i provvedimenti presi a favore della mobilità, il presidente del Parco AltoMilanese descritto il Parco e le attività di esso, lo stato dell'Olona affrontato da Legambiente…interventi gestiti con competenza ma salvo qualche anticipazione su miglioramenti al P.A.M. poco di più.

Di fatto i destinatari del messaggio così strutturato, i cittadini che magari su questi temi non sono del tutto ferrati, non erano presenti, il che non costituisce mera critica, ma dato di fatto.

Ad una scarsa presenza "dentro" il Palazzo, corrispondeva il rovescio della medaglia al di fuori di esso.
Nell'antistante piazza centrale cittadina si svolgeva la protesta di quella parte dei residenti del "quartiere Costa San Giorgio", intenti a  firmare e a fare firmare la petizione contro i container in via Oberdan

Un centinaio di persone a sostegno della protesta di chi non vuole che  durante "l'azione per fronteggiare l’emergenza freddo al fine di consentire la prosecuzione delle operazioni di contrasto degli insediamenti abusivi" venga garantito nel contempo, riparo ai soggetti più deboli (donne e bambini), e specifico che tale lettura è personale.
Questi tre container per i Rom da sistemare nella ex piazzola di raccolta rifiuti nelle vicinanze del cimitero monumentale hanno sollevato una vibrante protesta giunta per il momento buon ultima all'azione di visibilità in Piazza San Magno.

Senza entrare nel merito di essa rimane il fatto che nel giro di pochi mesi un'ulteriore "grana", un ulteriore comitato (dopo Agorà, il comitato contro il caro mensa cittadino, e senza contare la porzione di protesta legnanese contro Ikea temporaneamente in stallo) mette in discussione l'operato della giunta.

Protesta che rimane al momento e ovviamente, a-politica, almeno sulla carta.
Pare che sul comitato contro il caro mensa ci fosse l'interessamento in particolare di una forza politica (di opposizione naturalmente, e non di sinistra), mentre intorno ai tanti cittadini protagonisti della protesta di via Oberdan almeno a quanto ho visto oggi, circolano tanti volti noti sempre della stessa area.
Vedremo come andrà a finire.E se uscendo dalla pura contrapposizione, dallo scontento emergano proposte.

E di queste ultime la carenza è forte.

Commenti

Post popolari in questo blog