Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

Vincono Bovè e Keller, ma non le Green Primary

Immagine
Sono terminate da una manciata di ore le primarie organizzate dai Verdi Europei. And the winner is…José Bové e Ska Keller. Dalle urne on-line il voto ha premiato una tedesca ed un francese come candidati alla  presidenza della Commissione europea e che in quel ruolo affronteranno la prossima campagna elettorale nel vecchio continente.

Il Congresso di SEL "in pantofole".

Immagine
Visto dallo schermo del mio Mac il Congresso Nazionale di SEL da delle "vibrazioni positive". Certo, non l'ho vissuto come un'ostrica abbarbicata allo schermo, e quindi non posso definire il quadro del Congresso in toto; ma negli interventi seguiti posso tranquillamente constatare di avere ritrovato in parte e confermato quanto rimaneva della buona politica delle idee, delle passioni e dei ragionamenti.

Consulta Oltrestazione: molti dubbi.

Immagine
Aggiornato il 1 febbraio 2014, con una errata corrige in calce al post.
22 Gennaio 2014, la Consulta Territoriale Oltrestazione,si riunisce dopo due mesi dall'esordio,e, spinto da questo mio (verrebbe da definirlo come masochistico) impulso alla partecipazione per conoscere e confrontarmi con questo strumento reintrodotto dalla Giunta Centinaio mi ripresento alla data stabilita, presso presso la sede di via Venezia.
Per quanto i membri della Consulta presenti siano in maggioranza rispetto al pubblico seduto di fronte ad essi, rispetto alla prima convocazione l'interesse sembra immutato.

Amianto e Franco Tosi

Immagine
Ieri la stampa sia locale che nazionale, riportava su quasi tutte le principali testate come Giampiero Pesenti e altri 7 ex dirigenti della Franco Tosi siano stati rinviati a giudizio con le accuse di omicidio colposo e lesioni colpose nei confronti di diverse decine di operai della storica azienda cittadina di piazza Monumento, colpiti da mesotelioma. In alcune testate l'informazione oltre alla nuda cronaca si spinge nel riportare che gli avvocati di Pesenti (come in questo caso, articolo che linko tratto dal Corriere) sostengano, tra le varie tesi difensive, anche quella che la Franco Tosi, come noto a tutti i legnanesi, non producesse amianto o che il materiale fosse presente nei dispositivi di protezione personale per i lavoratori impegnati nei processi di fusione metallurgica.

NOELcon: occhi puntati su falda e acque...

Immagine
Continua l'avventura di Assemblea Popolare NoElcon.Una volta scongiurato nell'area ex-Montedison di Castellanza l’avviamento dell’impianto di trattamento di rifiuti chimici industriali e farmaceutici, si volta pagina per proseguire lungo la strada imboccata con successo per la salvaguardia del territorio.
Ieri sera a Legnano, nel quartiere periferico di Mazzafame, Assemblea NoElcon(d'ora in poi APNE) ha portato in una sala affollata che ha decisamente reso soddisfatti gli organizzatori,le novità riguardanti l'eredità che grava sulla nostra zona causa la perdurante presenza del ex-polo chimico nel comune confinante.

L'anti-premio sull’irresponsabilità sociale delle aziende.

Immagine
Ricevo da Greenpeace Italia l'invito all'adesione per nominare l'Oscar della Vergogna. Tale "riconoscimento"si assegna all'azienda che nello scorso 2013 si è contraddistinta per le peggiori politiche ambientali e sociali.
L'associazione ambientalista segnala come vi siano nel novero dei candidati, quattro multinazionali contro le quali Greenpeace si è battuta in questi anni, cercando di fermarne gli attacchi contro l'ambiente. L'elenco che pubblico nell'ordine come dalla mail in cui l'ho ricevuto è il seguente:

Bersani, Renzi e Fassina.

Immagine
Ieri ho scritto e pubblicato per una manciata di ore un post, che cercava di unire in un'impresa semi-impossibile, due vicende di attualità che mi avevano colpito. Una riguardava le ormai note dichiarazioni di Renzi alla stampa che Stefano Fassina prendeva come vulnus politico per annunciare le dimissioni dalla sua carica. La liason tentata coinvolgeva l'altra notizia (molto meno nota) dell'avvicinarsi della scadenza per l'iscrizione al concorso che darà un nome alla mascotte di Expo 2015.

Liberi gli Arctic 30,ora si liberi l'Artico!

Immagine
Il 2013 si è chiuso con l'uscita dalle cronache della vicenda degli Arctic 30. Ma, fortunatamente,di quanto avviene sul versante della tutela dell'ambiente al Polo Nord continueremo a leggere e seguire gli sviluppi.
Ufficialmente in occasione del Ventesimo anniversario della Costituzione il Parlamento russo ha approvato un provvedimento di amnistia generale, nel quale sono rientrati diversi soggetti,tra i più noti anche per la rilevanza mediatica dei casi in oggetto sono le militanti di Pussy Riot.