No al Parlamento dei nominati…

Tanti buoni motivi per dire no al Parlamento dei nominati e alle riforme che limitano i referendum e uccidono la democrazia partecipata.
Anche se proviene dal "Fatto", quotidiano con cui non ho un buon feeling la petizione l'ho firmata ugualmente.
I buoni motivi cui accennavo sopra, li trovate attraverso questo link che porta al sito di Change.org. dove si trova l'iniziativa lanciata dal giornale di Peter Gomez.

Di solito cerco di argomentare le mie ragioni nei post che scrivo.Questa volta faccio un'eccezione e mi limito ad evidenziare senza troppi fronzoli la motivazione principale che mi ha spinto alla firma; il fatto che al governo sieda una maggioranza di nominati nella precedente tornata elettorale che hanno deciso di creare un governo intento a proseguire lo spirito delle "larghe intese".

Commenti

ULTIMI