Una città di novant'anni.

C'era una volta…un Ferragosto di novanta anni fa,quando a regnare era Vittorio Emanuele III,e un regio decreto attribuiva al Comune di Legnano il titolo di Città.
Da qualche mese la notizia viene riportata in cronaca come pure gli sforzi di alcuni concittadini per celebrare questa ricorrenza,in realtà non so quanto sentita.

Ma per il coinvolgimento non si disperi,le celebrazioni continuano e per settembre/ottobre si annuncia una nuova infornata di iniziative.
Anche l'Amministrazione si muove di par suo, e così tra trenini rievocativi del "Gamba de Legn", mostre fotografiche, spettacoli, visite istituzionali  il panorama rievocativo 2014 sembra coprire ogni campo dello scibile umano…
Ironie a parte, la considerazione personale riguarda come almeno in potenza la celebrazione di un fatto secondario (il novantesimo anniversario dell'investitura a città almeno per il sottoscritto non sembra un grande evento), possa superare gli eventi organizzati (epoca sindaco Vitali) in occasione dell'importante e maggiormente simbolica-sempre opinione personale- celebrazione del centocinquantenario dell'Unità d'Italia:occasione persa anche da chi non era allineato con il governo di Palazzo Malinverni.
Qualcosa vorrà dire, immagino...
A parte l'ovvietà che con i cordoni della borsa in mano, si riesce a preventivare meglio le spese.

Qui il Il post di tre anni fa sui 150enario.

ULTIMI