La bretella dell'Ospedale crei nuove prospettive per la mobilità ciclabile.

La maggioranza legnanese,in Consiglio comunale sempre alle prese con la "dissidenza"interna (cui ha fatto seguito oggi nei confronti della principale dissenziente rispetto al Centinaio-pensiero, un comunicato del PD cittadino con toni più che da ultimatum da separati in casa), porta a casa in questo fine settimana l’inaugurazione della bretella che inizia dalla rotonda del supermarket Penny lungo la SP 12 e porta al parcheggio dell'ospedale. 

A quattro anni dal taglio del nastro del nuovo nosocomio si concretizzano i passi iniziati dalla giunta Vitali e proseguiti dall'attuale amministrazione.
Uno sfalsamento temporale dovuto a diversi fattori,difficoltà burocratiche (espropri, appalti e ricerca dei finanziamenti),problemi a cui in corso d'opera si sono aggiunti pesanti furti nel cantiere(anche se penso che trovarsi nel cantiere ben due volte con il furto del rame dell'illuminazione sia assurdo) e le abbondanti precipitazioni.
Ora la bretella è aperta e sottrarrà alla via Novara il carico di traffico proveniente da Busto Garolfo e dintorni.
Per quanto letto nei giornali l'attraversamento dell'area del nosocomio dovrebbe essere soggetto a ticket per il parcheggio tra qualche mese(cosa che devo ancora capire bene, in quanto attualmente la sosta non eccedente i venti minuti all'interno dell'area è gratuita) quando saranno posizionate le altre sbarre per chi proviene dalla SP 12.
L'aspetto più interessante per il sottoscritto è rappresentato dal miglioramento della mobilità ciclabile che attraverso il completamento della bretella rende tangibile l'alternativa alle due ruote al viale Sabotino, trafficata,pericolosa e unica arteria esterna dell'Oltrestazione.
Da Legnano verso la confinante S.Giorgio la rete di piste ciclabili aggiunge al tratto già presente della via Novara-GiovanniPaolo II il nuovo chilometro e quasi mezzo della bretella, a loro volta collegati attraverso un percorso interno all'area ospedaliera o nella strada sterrata a fianco della recinzione esterna del nosocomio.
Inoltre nella nuova strada sono quattro (più due uscite "estemporanee", ovvero che non costituiscono attraversamento)le possibilità di attraversamenti ciclabili che collegano le vicinali di quell'area intorno all'Ospedale che vorrei vedere salvaguardata dall'ampliamento dei confini del Parco Altomilanese.

Quindi, passi avanti per la due ruote con alcuni ma…

Il neo più evidente ora riguarda il tratto della SP 12 che da Legnano in direzione Busto Garolfo  rimane privo di sicurezza per il ciclista.
Da notare come tra Busto G.e Villa Cortese sia praticamente terminata la pista ciclabile,inoltre esiste un percorso tra le vie cittadine di Legnano (via Libia, privata, come pure una manciata di vie di fronte al Penny Market sono in territorio legnanese)e Villa Cortese che bypassa la necessità di affrontare la provinciale verso Busto, ma rimane sconosciuto e soprattutto poco attrattivo a mio modo di vedere.

Ci saranno sviluppi in questo senso?


ULTIMI