#Stareinsieme a Legnano.

Oggi, almeno guardando le immagini diffuse in rete hanno risposto in tanti all'appello a #stareinsieme che ha dato appuntamento in piazza Duomo a Milano a quanti credono che diritti, democrazia e libertà siano l’unico antidoto alla guerra, alla violenza e al terrore.
Personalmente lo trovo un segnale incoraggiante, la necessità di combattere il fondamentalismo e il fanatismo di ogni tipo, passa anche attraverso iniziative del genere.
A Legnano le bandiere a mezz'asta fuori da Palazzo Malinverni hanno rappresentato un altro modo, più ufficiale, per avvicinare i lutti che hanno colpito la Francia al nostro quotidiano.
Il modo scelto dalla Sinistra cittadina (nelle sue declinazioni, partiti e cittadini che in essa si ritrovano)per affermare la libertà di espressione contro la barbarie, per condannare le stragi e prendere le distanze da chi queste ultime le cavalca per i propri fini è avvenuto durante l'iniziativa da tempo programmata che verteva intorno alla raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare di revisione costituzionale per cancellare l’introduzione del principio di ‘pareggio di bilancio’ nella nostra Costituzione.

Sotto al gazebo tenutosi oggi pomeriggio in piazza San Magno oltre alla raccolta di adesioni per la campagna nazionale, abbiamo scelto di commemorare quanto avvenuto nella redazione di Charlie Hebdo con alcune vignette, infatti il linguaggio del disegno è stato utilizzato da centinaia di persone(artisti e disegnatori in primo luogo) nei media e nei social network per esprimere vicinanza e dar voce contemporaneamente al proprio impegno per la difesa della libertà di espressione, insieme ad esse,non potevano mancare i cartelli che uniscono e muovono tante piazze di tutta Europa nella solidarietà.





Commenti

ULTIMI