Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2016

Rinnovabili:un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza...

Immagine
E’ attribuito ad Agata Christie l’aforisma secondo cui “un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. In questo post mi limito a fornire una serie di informazioni che, valutate dall’approfondimento di coloro che avranno tempo e bontà di leggerle, secondo la teoria di cui sopra possono formare la coincidenza che anticipa la prova-al momento mancante-sul fatto che il governo attualmente in carica sia ostile alle fonti rinnovabili.

#SIVOTASì in piazza San Magno.

Immagine
Ieri a Legnano in una giornata decisamente primaverile,abbiamo portato sul territorio la campagna di comunicazione di Sinistra italiana ‘Si vota si’ per fermare le trivelle nei nostri mari’. L’iniziativa serve a togliere il velo sul silenzio che circonda il referendum del prossimo 17 aprile sulle trivellazioni, discutere delle politiche di questo il Paese e per togliere anche un po’ di bufale (leggi qui per farti un'idea)che stanno circolando sulle ragioni del sì.

Fuori il TTIP dalla mia città.Scrivi al tuo sindaco.

Immagine
Questo appello che viene condiviso da cittadini è rivolto a sindaci, presidenti di Regione e parlamentari, proviene dalla pagina della campagna italiana contro la Transatlantic Trade and Investiment Partnership, il trattato di libero scambio tra UE e USA.

Trivelle:i Sì al 78 per cento. Una buona partenza ma condizionata dalla scarsa informazione.

Immagine
I sondaggi vanno sempre letti con cautela, meglio se da professionisti del settore. Ai profani come il sottoscritto non rimane che prendere atto come il referendum sulle trivelle del 17 aprile sarebbe votato (secondo Affari italiani) da un terzo degli italiani.