Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

A Roma il 7 maggio manifestazione sul TTIP.

Immagine
Sembra che la visita europea del presidente americano Obama abbia fallito sul versante di accelerare i tempi per l’approvazione del TTIP, per quanto il nostro Governo continui a sponsorizzare la firma del trattato. La notizia ha comunque dei connotati positivi,mentre si avvicina il 7 maggio, data in cui la Campagna Stop TTIP Italia ha fissato la manifestazione nazionale a Roma proprio sul trattato stesso.

Cosa ha combinato il PD sull'acqua pubblica?

Immagine
Il PD ha stravolto l’esito del referendum sull’acqua pubblica dello scorso 2011? Tre punti di vista (tutti schierati, come è chiaramente schierato l’autore di questo sito) sulle ultime vicende riguardanti il disegno di legge “per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque” che lo scorso 20 aprile è stato approvato alla Camera (per poi transitare verso il Senato).

Che clima che fa...Il 22 aprile

Immagine
Ieri sera,seduto tra gli spettatori in attesa del Consiglio Comunale legnanese che affrontava in prima seduta il bilancio ho ringraziato l’assessore cittadino (di cui non faccio il nome, dato che il voto è segreto) per essere andato ugualmente a votare al referendum sulle trivelle in dissenso con la linea del segretario del suo partito,Renzi(pur votando NO). Chiariamoci, penso che quella nel referendum della scorsa domenica sia una sconfitta,sarebbe sbagliato presentarla in maniera differente,ma non disperiamo.

Votiamo Sì:la guida al Referendum del 17 aprile.

Immagine
Ultime ore di campagna elettorale a sostegno del Sì al referendum.Un voto che vista la natura esclusivamente abrogativa del tipo di referendum che si possono tenere nel nostro paese serve per dire NO al rinnovo delle trivellazioni all'interno delle 12 miglia, che verrebbero a cessare progressivamente(lo sottolineo perché la disinformazione che circola in rete è invasiva)ma certamente non il giorno dopo l'esito -speriamo positivo- del voto.

Le piattaforme italiane: datate, poco produttive, royalties free.Mentre uno spiraglio sulle urne forse si apre.

Immagine
Oggi contribuisco a diffondere sul fronte del referendum sulle trivelle quanto disponibile nel comunicato di Greenpeace in cui si sostiene come il 73% delle piattaforme entro le 12 miglia dalle coste siano già da rottamare. Di fatto non operative, non eroganti o così poco produttive da non costituire un’entrata per l’erario, con buona pace della “questione energetica strategica” da alcuni evocata.