#iostoconlamusica #iostoconilcircolone

Con un’ordinanza comunale sono stati proibiti l’utilizzo degli impianti di diffusione dalle 22.00 alle 6.00 al Circolone, ultimo atto -al momento-
di una diatriba ultradecennale con un gruppo  di residenti nella zona che solo ad inizio anno aveva provocato la sospensione degli spettacoli per sette giorni. 
Lo stop che impedisce le esibizioni musicali dopo le 22.00 è un colpo durissimo inferto ad una realtà culturale e ricreativa tra le più vive e da sempre in evoluzione  della nostra città.

Il locale di via San Bernardino ospita una serie di iniziative difficili da trovare tutte insieme in analoghi ritrovi della zona, siano essi convegni o proiezioni(il Baff Off ad esempio), presentazioni di libri o spettacoli(come il laboratorio di cabaret), oltre alla ristorazione e all’attività di punta che si concretizza nel numero incredibile di esibizioni live ospitate sul palco dello storico ritrovo legnanese.

Quest’ultima scelta rappresenta a mio modo di vedere una scommessa coraggiosa, in un periodo di crisi che ha messo a dura prova anche la musica dal vivo nei locali.
Penso che togliere la possibilità di suonare in un contesto del genere significa condannarlo ad una lenta asfissia, soprattutto perché l’annosa questione del rapporto con i vicini ha già messo a dura prova il locale attraverso la ricerca degli adeguamenti adatti a contenere il disagio(un esempio è dato dai sette metri dell’inquietante muro che sovrasta il cortile interno del Circolo).

Malgrado questa realtà (e non penso di esagerare)sia sconfortante, il Circolone non si arrende e ha già organizzato la risposta più civile che si potesse dare in una situazione del genere, organizzando una festa musicale “silenziosa” ballando in cuffia, mentre è possibile che per il futuro altre iniziative gestite con la consueta creatività possano riaprire una porta che qualcuno vuole chiudere.

Vedi il link
Il Circolone di Legnano è già tornato.
CON UNA GRANDE FESTA SILENZIOSA!

Post popolari in questo blog