Passa ai contenuti principali

La confusione regna sovrana su ACCAM?

Mi lascia perplesso quanto emerso dopo l’assemblea dei soci di ACCAM dalla quale pure emerge la notizia positiva che ribadisce la volontà dei convenuti nel procedere allo spegnimento dell’impianto entro fine 2017.

Tuttavia la maggioranza dei sindaci riuniti ha dato indicazione per prevedere la sostituzione delle linee di incenerimento con la costruzione di un impianto di trattamento dell’umido il che andrebbe a sovrapporre tale ipotesi progettuale a quella legnanese lungo la via Novara.
Passare dall’attuale inceneritore di Borsano ad un futuro nel quale convivano due siti per il trattamento della frazione organica ,uno nella frazione bustocca e l’altro a distanza di cinque minuti d’auto, ha un nonsochè di incomprensibile, anche perché sempre nella stessa assemblea è arrivata la bocciatura della fabbrica dei materiali, un progetto che in base allo studio del Politecnico di Milano parrebbe antieconomico, ma già tacciato a mezzo stampa dai comitati (quello di Borsano in prima fila)di basarsi su stime eccessivamente  prudenziali sulle possibilità di recupero dei materiali trattati.
Lungi dal terminare o da dare dei frutti, il balletto su ACCAM, la Fabbrica dei Materiali e il contiguo impianto di digestione anaerobica legnanese riserva  continuamente sorprese e un bel po' di confusione.

Probabilmente le cose si faranno più definite dopo la tornata elettorale che interesserà tra poche settimane la confinante Busto Arsizio, elezioni che nella vicenda del revamping sono state un convitato di pietra.

Commenti

Post popolari in questo blog

Insieme per Legnano. Quando la faccia è come il…bronzo.

“Hai la faccia come il…” è una locuzione che normalmente alberga ai bassi livelli nelle conversazioni, recentemente tornata alle cronache dopo essere stata usata come parte del “lessico politico” in una recente assemblea del PD, chiaramente in quella sede censurata.

Un territorio sotto assedio: oggi si decide su ACCAM.

A dispetto del cauto ottimismo che si poteva auspicare alcuni mesi or sono, le novità riguardanti ACCAM e la discarica nel Parco del Roccolo portano nubi nere sul futuro del territorio e sono argomento di cronaca quotidiana.

Ancora polemiche sul Parco ex-Ila (e dintorni).

Ci sono persone che hanno la verità in tasca, certezze cristalline e la convinzione di essere nel giusto.Beate loro.