La biblioteca a Legnano? E' chiaro dove metterla...

L’orientamento della giunta Fratus verso la creazione della nuova-e attesa da tempo- biblioteca, nell’area verde centrale della nostra città, il parco “Falcone e Borsellino” ha creato un dibattito interessante nell’ultimo mese intorno a quella che dovrebbe essere la location scelta.
Tra l’altro, l’amministrazione cittadina giunge a questa prospettiva dopo avere scartato quella ipotizzata nel proprio programma 2017, che vedeva favorito l’insediamento nell’area dell’ex mensa della Franco Tosi. 
Di sicuro, chi ci amministra, con una proposta del genere non fa altro che aggiungere altri mattoni sopra al verde cittadino. 
Legnano in Comune ha espresso tramite stampa sin dalle prime battute di questa vicenda, una posizione a favore della  ricerca della salvaguardia del suolo pubblico, come possibile leggere nel comunicato stampa, che allego nel post.
Non solo, nel programma elettorale della lista civica Legnano in Comune per le scorse amministrative vengono prefigurati i luoghi da privilegiare per l’insediamento di un Polo culturale e di spazi annessi a corollario del fulcro costituito dalla biblioteca “classica”, un investimento nella cultura, da inserire o in aree da recuperare o nella sede dell’ex-tribunale.

Da aderente, ex candidato e sostenitore di questo programma non posso fare altro che sottoscrivere quanto già scritto nero su bianco, allegando le "prove" di quanto descritto.per una lettura estesa consiglio di cliccare sopra alle foto per ingrandire il testo.(i crediti per gli articoli tratti dalla stampa sono all'interno delle foto).


Commenti

ULTIMI